La micia con l'età da record e i dettagli sulla sua lunga vita – 4pawmart

La micia con l'età da record e i dettagli sulla sua lunga vita

Si chiama Patata e può essere considerata una micia da record, data la sua età; la gatta, infatti, nella scala anagrafica felina conta ben 144 anni, l’equivalente di 32 anni “umani”. Viene da Ravenna e la storia della sua vita longeva conserva qualche curioso particolare; come, per esempio, il fatto che da qualche mese vive sopra un albero appollaiata ad un ramo.

Patata è residente in via Canada a Ravenna, lì è nata e cresciuta; è una gatta robusta, anche se presenta qualche acciacco dovuto alla sua non più tenera età. Tuttavia ad alterare la serenità della micia un evento, che pare l’abbia traumatizzata particolarmente. A raccontare alcuni dettagli della vita del felino ultracentenario sono i suoi stessi proprietari che hanno rivelato che la micia non pare abbia molta intenzione di scendere dall’albero sul quale si è stabilita.

Il trauma e la vita sull’albero della gatta ultracentenaria

Cinzia Rossi e suo marito Michele Baccarini, che insieme si prendono cura di Patata, hanno rivelato al Corriere di Bologna: “Stiamo pensando di costruirle un trampolino per farla scendere almeno quando si mangia. Ora fa molta fatica a scendere, vista l’età“. A convincere la gatta a salire sul ramo uno scontro avuto con un gatto randagio un paio di mesi fa. Da allora il suo proprietario le porta il cibo sulla pianta; ciò dimostra che la coppia è molto affezionata al micio e sembra disposta a fare molto per il benessere del felino. I proprietari parlano del loro gatto proprio come di un anziano: “Affaticata e un po’ sclerotica. Proprio come gli umani quando diventano molto anziani, anche Patata ogni tanto si dimentica le cose“; tuttavia si tratta di una micia grintosa e informa. Una gatta affettuosa e dolcissima, dicono i suoi proprietari, i quali si augurano che la felina ultracentenaria possa superare presto il suo trauma e tornare a giocare in giardino; fino ad allora, Cinzia Rossi e Michele Baccarini tenteranno ogni soluzione per farla vivere serenamente anche sul “suo” albero.

Articolo precedente Nuovo articolo

0 Commenti

Lascia un commento